La Differenza tra la Neve Naturale e la Neve Artificiale

DIFFERENZE TRA NEVE NATURALE E NEVE ARTIFICIALE

Cerchiamo di capire nel nostro articolo la differenza le due tipologie di innevamento e spiegarne gli aspetti tecnici.

La neve naturale si forma a partire da gocce d’acqua che nell’atmosfera vengono in contatto con nuclei di congelamento. La sublimazione del vapore acqueo presente nelle nubi sui granuli di ghiaccio origina i cristalli di neve. Temperatura e grado di umidità danno ai cristalli di neve naturale forme infinitamente varie.

Mentre la neve naturale trae la sua origine da un processo di sublimazione (cioè da un passaggio diretto dallo stato di vapore allo stato solido) a carico del vapore d’acqua atmosferico a temperature vicine a 0° C., la neve artificiale è prodotta mediante la solidificazione, cioè il passaggio da acqua liquida a neve solida.

La neve artificiale si forma prevalentemente da acqua in forma liquida ed è generalmente costituita da cristalli arrotondati. La sua densità è generalmente elevata dato l’alto contenuto di acqua liquida, circa il 15-20% rispetto al 7-10% della neve naturale; contenendo più acqua, la neve artificiale pesa di più: circa 350-400 kg per metro cubo rispetto ai 70-100 kg, della neve naturale.

Una volta al suolo la neve naturale si trasforma in relazione alle condizioni ambientali, secondo processi detti di metamorfismo. La neve artificiale, invece, si evolve poco, se non per la formazione di legami tra i cristalli, dovuti al congelamento dell’acqua interstiziale. Riguardo alla neve naturale, esistono diverse forme di cristalli, di cui ad oggi ne sono stati catalogati circa 3000 diversi tipi.

I cristalli naturali appena formati per cattura diretta del vapore ambientale assumono, inizialmente, la forma di una microscopica piastrina esagonale.

La forma di accrescimento avviene in modo diverso a seconda delle fasce di temperatura in cui avviene il fenomeno.

L’innevamento artificiale invece è possibile solo con temperature al di sotto dei -3°C, in situazioni di umidità relativa al di sotto del 80% e con l’utilizzo di acqua al di sotto dei 2°C.

La neve artificiale ha fondamentalmente un’altra struttura cristallina rispetto alla neve naturale. E’ più compatta, più permeabile all’aria e quindi meno isolante della neve naturale. Più è presente acqua in forma liquida e più la neve è pesante: la neve artificiale può raggiungere una densità fino a quattro volte quella della neve fresca . La neve artificiale necessita in generale di tempi più lunghi per sciogliersi. Si sono osservati differenze fino a tre settimane.