A partire dal 1° gennaio 2022 tutti colori che vorranno sciare e praticare sport invernali, dovranno stipulare un’assicurazione con responsabilità civile verso terzi per coprire gli eventuali danni, causati a cose o persone, mentre svolgono l’attività sportiva a livello non professionale.

In particolare l’art.30, “Assicurazione obbligatoria”, dichiara che:

“Lo sciatore che utilizza le piste da sci alpino deve possedere una assicurazione in corso di validità che copra la propria responsabilità civile per danni o infortuni causati a terzi. È fatto obbligo in capo al gestore delle aree sciabili attrezzate, con esclusione di quelle riservate allo sci di fondo, di mettere a disposizione degli utenti, all’atto dell’acquisto del titolo di transito, una polizza assicurativa per la responsabilità civile per danni provocati alle persone o alle cose”.

Dal 1° gennaio quindi sarà necessario avere una copertura assicurativa per poter sciare.

Gli obblighi non valgono solo per gli scii, ma anche per lo snowboard, lo slittino, telemark e tutte le pratiche sportive sulla neve.

Ecco alcune soluzioni


POLIZZA  SNOWCARE

Al costo di € 2,50 al giorno a persona

Coperture:

  • Responsabilità civile per danni a persone terze 150.000€ (scoperto 10% minimo 500€)
  • Responsabilità civile per danni a cose di terzi (solo in caso di danni anche a persone) 10.000€ (scoperto 10% minimo 500€)
  • Tutela legale 1.000€
  • Spese mediche d’urgenza (per spese mediche d’urgenza si intendono esclusivamente le spese sostenute nell’immediatezza del sinistro) 500€ (esclusivamente presso le strutture sanitarie convenzionate)
  • Rimborso noleggio materiale da sci non goduto per infortunio* 40€/giorno (franchigia fissa 20€)
  • Rientro sanitario 5.000€ Solo per polizze da tre o più giorni

POLIZZA  SCI NO PROBLEM

Coperture:

  • Assistenza
  • Responsabilità Civile Massimale 250.000,00 €
  • Ski Pass/ Lezioni di sci
  • Rimborso Spese Mediche Massimale 5.000,00 €
  • Diaria da ingessatura

Il costo è di circa € 25 oppure € 50 a famiglia (validità 7 giorni) con massimali divisi per il numero di partecipanti.

Questa polizza copre lo skipass e lezioni non fruite a causa di infortunio sulle piste ma trattandosi di un pacchetto turistico la HAPPY SIBEN non può fornire fatture di penale per richiedere eventuale rimborso.

Per avere questa polizza è sufficiente contattare l’agenzia qualche giorno prima dell’arrivo ad Asiagoneve. Maggiori Informazioni


SANZIONI NEL CASO DI MANCATO RISPETTO DELL’OBBLIGO

Per tutti coloro che non stipuleranno la Polizza la legge prevede sanzioni severe, come:

  • una sanzione amministrativa il cui importo può variare da 100 a 150 euro;
  • il ritiro dello skypass.

Il provvedimento in questione è il Decreto numero 40 del 28 febbraio 2021 “Attuazione dell’articolo 9 della legge 8 agosto 2019, n. 86, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali” >>> consultalo qui <<<

PISTE DA SCII: OBBLIGO CASCO MINORI 18 ANNI

Tutti i minori di 18 anni che praticano scii, snowboard, slittino, telemark e qualsiasi disciplina sportiva sulla neve devono indossare il casco protettivo. Chi non si attiene a questa regola rischia una multa da 100 euro a 150 euro.

I caschi devono essere omologati e conformi alla legge. Sanzioni verranno inflitte anche a chi mette sul mercato e vende caschi protettivi che invece conformi non sono. In questo caso si parla di:

  • sanzioni da 5.000 euro a 100.000 euro per chi li produce e importa
  • sanzioni da 500 euro a 5.000 euro per chi li commercializza

Velocità e obbligo di prudenza

Gli sciatori devono tenere una condotta che, in relazione alle proprie capacità tecniche, alle caratteristiche della pista e alla situazione ambientale, non costituisca pericolo per l’incolumità propria e altrui.

Ogni sciatore deve tenere una velocità e un comportamento di prudenza, diligenza e attenzione adeguati alla propria capacità, alla segnaletica e alle prescrizioni di sicurezza esistenti, nonché alle condizioni generali della pista stessa, alla libera visuale, alle condizioni meteorologiche e all’intensità del traffico.

Regole di sorpasso

Anche chi sorpassa deve fare molta attenzione. In sostanza il decreto obbliga lo sciatore che intende sorpassare un altro sciatore ad assicurarsi di disporre di uno spazio sufficiente allo scopo e di avere sufficiente visibilità.

Obbligo di soccorso sulle piste da scii

Sarà punita l’omissione di soccorso sulle piste da scii. Chiunque nella pratica di sport sulla neve, trovando una persona in difficoltà non presta assistenza e soccorso  e non comunica immediatamente al gestore, presso qualunque stazione di chiamata, l’avvenuto incidente, è soggetto a una multa da 250 euro a 1.000 euro. 

Concorso di responsabilità

Nel caso di scontro tra sciatori, si presume, fino a prova contraria, che ciascuno di essi abbia concorso ugualmente a produrre i danni eventualmente occorsi. Viene quindi previsto un concorso di responsabilità in caso d’incidente tra due sciatori.

Vietati alcol e droghe

Altra regola a cui attenersi è l’assoluto divieto di accedere alle piste sotto effetto di alcol o droghe. Come specifica infatti l’articolo 31 del decreto in questione: “è vietato sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche”, che chiarisce poi come “gli organi accertatori, nel rispetto della riservatezza personale e senza pregiudizio per l’integrità’ fisica, possono sottoporre gli sciatori ad accertamenti qualitativi non invasivi o a prove, anche attraverso apparecchi portatili”.

Nel caso in cui lo sciatore venga trovato positivo al test dell’alcol o di sostanze stupefacenti, verranno inflitte multe da 250 a 1.000 euro.